Coro CESARE RINALDO Coggiola
Coro CESARE RINALDO Coggiola

La nostra Valsessera

il Monte Barone,mt.2044

Eccolo qui, il simbolo e la sentinella della Valsessera: il Monte Barone di Coggiola, col suo caratteristico"cappello" origine del detto metereologico dialettale

"Se Mumbarun a l'à 'l capel o ca piof o ca fà bél" (se il Monte Barone ha il cappello o pove o fa bello)!

Sulle sue pendici salgono ogni anno moltissimi escursionisti, attratti dallo splendido panorama che si gode dai 2044 metri della sua sommità e dalla relativa facilità dell'ascesa; all'alpe Ponasca si trova poi il rifugio del C.A.I.Valsessera, meta di molti di coloro che non vogliono spingersi fino alla cima, e comodo punto d'appoggio nella traversata delle Alpi Biellesi.

Qui il coro tenne uno dei suoi concerti forse più "in quota" della sua storia, in occasione dell'inaugurazione del nuovo rifugio nei primi anni '70, e ad esso

dedicammo per anni il celebre brano di Bepi de Marzi "Rifugio Bianco".

Altre volte organizzammo delle escursioni con il coro, trascorrendo ogni volta delle bellissime giornate e serate con gli amici che ci si fa invariabilmente in montagna.

Non lontano dalla nostra sede sorge il settecentesco Santuario della Madonna della Neve o del Cavallero.

 

Eretto nel 1728, nell luogo in cui 50 anni prima si sarebbe verificata un'apparizione della Madonna alla pastorella Tognola.

 

La facciata barocca, cui si richiama il nostro logo/stemma, è aperta inferiormente da un porticato su colonnine binate e pilastri; la decorazione a fresco interna è di Pietro Lace.

 

Quello che colpisce in questo Santuario poco noto persino in Piemonte, è l"esistenza dei numerosissimi ex voto, il più antico dei quali risale al 1747.

Si tratta quasi di un Sacro Monte, anche se delle 15 cappelle programmate ne furono costruite solo cinque.

 

Anche questo santuario è stato teatro di varie nostre esibizioni nel corso degli anni, che hanno sempre riscosso un buon successo di pubblico, anche grazie all'ottima acustica di cui si gode, qui come in quasi tutti gli edifici sacri dell'epoca.

 

Meta di numerosissime visite, specie nella bella stagione grazie alla facilità d'accesso ed al senso di refrigerio e di quiete che qui si gode, è una meta che consigliamo vivamente a quanti ancora non la conoscono.



Il Santuario della Novareia

Un altro dei luoghi cari al nostro coro, in cui abbiamo tenuto numerosi concerti in varie occasioni e dove abbiamo anche svolto alcune sedute di registrazione per le nostre incisioni.

Vi si trovava un antico organo,che per motivi di sicurezza e conservazione fu spostato, ed  ora si trova nella chiesa parrocchiale di Portula

Fu eretto sul luogo di una presunta apparizione della Vergine ad un'anziana del luogo, Antonina Cravetta, avvenuta nel 1650 circa.

In quest'apparizione la Vergine avrebbe chiesto l'erezione di una chiesa. Tuttavia, inizialmente fu eretta solo una piccola cappella di fronde.

La costruzione dell'attuale edificio è successiva ad una presunta seconda apparizione a Giacomo di Michel, avvenuta nel 1712 e accompagnata da una guarigione miracolosa.

La chiesa settecentesca, che contiene un altare ligneo opera di Aurelio Termine, fu completata nel corso del XIX secolo. La semplice ed elegante facciata a capanna è preceduta da un portico di notevole ampiezza, utilizzato come luogo di ristoro dei pellegrini, e teatro dei festeggiamenti estivi della festa dell'Assunta.

Molto apprezzata è anche l'acqua che sgorga dalla fontana a fianco della chiesa

Nel piazzale antistante è stata collocata una statua in onore della Vergine.Il santuario è raggiungibile in auto percorrendo circa 2,5 km di strada non asfaltata a partire dalla frazione di Castagnea, ma generalmente l'itinerario è coperto a piedi.

Il santuario è una delle tappe lungo "Le Valli della Fede", un percorso di escursionismo religioso che parte dal Santuario di Banchette e arriva a quello della Madonna del Sasso presso il Lago d'Orta.

 

Qui sotto trovate alcuni link che vi aiuteranno a conoscere meglio la Valsessera

uno dei quali vi rimanda ad un bel filmato sille passeggiate che si possono fare nella nostra vallata

http://www.vallesessera.it/itinerari.php

http://www.caivalsessera.com/rifugio-m.-barone.html

http://www.youtube.com/watch?v=8Fv9JkEMECM&feature=related

 

Pagina precedente                                                        Pagina seguente

Il Nostro indirizzo

48, Fraz. Masseranga

13833 PORTULA (BI)

P.IVA 91006570021

E-mail: corocesarerinaldo@gmail.com

 

 

Le prove del coro si tengono ogni

martedi dalle ore 21.00

  IL NOSTRO SITO WEB  

 

Qui troverete tante informazioni utili e interessanti riguardanti il Coro e la sua attività.

 

Per ogni vostra richiesta, suggerimento, chiarimento o per farci avere i vostri contributi al sito potete contattare Gian Luca, il nostro webmaster,

all'indirizzo e-mail: giangifan145@gmail.com

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Coro CESARE RINALDO 49,Fr Masseranga,13833 Portula (BI) ITALIA